SANIFICAZIONE CON OZONO DEGLI AMBIENTI DI LAVORO

Sanificazione

La sanificazione con ozono è uno dei metodi più efficaci e completi per disinfettare a fondo gli ambienti.

Utilizzando un gas, l’ozono appunto, l’igiene e la pulizia arrivano in ogni angolo della stanza, anche i più nascosti come dietro una libreria o un armadio. In questo modo si può garantire un’igienizzazione profonda e l’aria risulta più pura e priva di cattivi odori.

Vediamo brevemente cos’è l’ozono e come funziona la sanificazione degli ambienti.

 

L’ozono, un gas naturale

L’ozono è un gas che si trova in natura ed è composto da 3 atomi di Ossigeno (O3). Si forma attraverso diversi processi come, per esempio, con le scariche elettriche dei fulmini, ed è fondamentale per la vita sulla Terra. Il suo impiego negli anni ha trovato diverso terreno dalla cucina ai processi di sanificazione grazie alla sua poliedricità.

 

Come agisce la sanificazione con ozono

Quando l’ozono viene nebulizzato nell’ambiente ed entra in contatto con della materia organica scatta una reazione chimica, avviene cioè una reazione di ossidazione.

In pratica i microrganismi che entrano in contatto con l’ozono vengono inibiti e la maggior parte viene uccisa. Acari, batteri, virus e muffe vengono annientati e le molecole dei cattivi odori vengono neutralizzate così da restituire un’aria fresca, purificata e leggera.

 

L’ozono arriva ovunque

Disinfettare nebulizzando nell’aria l’ozono è un metodo indicato per quegli ambienti che hanno bisogno di far appoggiare l’ozono in ogni angolo come le officine, i magazzini o in capannoni ma è altrettanto efficacie per tutti gli ambienti chiusi con dimensioni ridotte come uffici o negozi.

L’incisività, il tempo di azione e la quantità di grammi di ozono da utilizzare dipendono dalle dimensioni effettive della stanza nella quale si andrà a lavorare. Una volta stabilita la dose effettiva di ozono, il gas va ad agire in ogni angolo dell’ambiente, dal più visibile al più nascosto. Oltre a sterilizzare le superfici, l’ozono penetra anche quei materiali in tessuto che si trovano nelle case, negli alberghi e negli uffici, tipo tende o divani, e li disinfetta.

 

3 passi prima della sanificazione

È importante tenere presente che la sanificazione da sola non basta. Perché sia efficacie deve essere preceduta da una pulizia manuale e profonda delle superfici così da eliminare gran parte degli agenti patogeni (virus, batteri, funghi, muffa…).

Inoltre è importante ricordarsi che l’ambiente deve essere chiuso durante la sanificazione e che, per un’igienizzazione più completa, è bene aprire le ante di armadi, cassetti e credenze.

Prima di iniziare bisogna quindi ricordare:

  1. Pulire le superfici manualmente;
  2. Chiudere le finestre e le porte;
  3. Aprire tutte le ante così da esporre le zone da sanificare.

 

Un metodo ecologico e approvato: l’ozono

La sanificazione con l’ozono è un metodo ecosostenibile per ridare una nuova aria all’ambiente di lavoro. Inoltre è una metodologia riconosciuta dal Ministero della Salute per «la sterilizzazione di ambienti contaminati da batteri, virus, spore ecc…».

Per queste ragioni la sanificazione con ozono è utilizzata sia negli uffici che nelle scuole, negli alberghi, nelle officine, nei ristoranti e negli ambienti ospedalieri.

 

Vuoi sanificare anche tu il tuo ambiente di lavoro? Chiamaci e saremo felici di proporti un preventivo gratuito!

Articolo precedente
L’Impresa di Pulizie: come affrontare le complessità in ambito alimentare
Articolo successivo
Pulizia degli uffici e di casa per eliminare la polvere
Menu